Petriana – UISP XVIII : 48-63
 
(12-25; 14-16; 16-12; 6-10)


 
Belli Contarini, 6; Andreani 4; Araja 6; Melillo Giorgio 14; Melillo Giulio 8; Piacentini 4, Dell'Aquila 4; Coggiatti, Gallicola, Miglioretto, Pompili, Martinelli 2.
 
Nella prima giornata di ritorno della II fase del campionato Elite, i gialloblù escono sconfitti fra le mura amiche, contro l'ottima UISP XVIII, compagine molto buona che solo due giorni fa ha battuto d'autorità, sul proprio campo, la Virtus Roma. 
I nostri hanno completamente sbagliato l'approccio alla partita con un primo quarto assolutamente deficitario, molle e confuso, conclusosi con un pesante parziale (12-26) che ha pesantemente condizionato il resto del match. UISP VIII molto tonica fin dalla palla a due, guidata in attacco da un Reale (il migliore dei suoi) che vedeva il canestro grande come una vasca da bagno, ben disposta nella metà campo difensiva, con una scorbutica zona a difesa del pitturato, contro cui sono andati inesorabilmente a cozzare i nostri. Curioso che nell'andamento, si sia assistito quasi ad un replay del match di andata. 
Un peccato in ogni caso, perché nei restanti tre quarti, i nostri hanno dimostrato di tenere il campo, senza demeritare e trovando anche un'energica reazione alla ripresa dopo l'intervallo lungo (prima metà della gara finita 26-41) arrivando fino al meno 5, sul 42-47, ma da qua in poi Mastrogiacomo si metteva la squadra sulle spalle, riportandola ad un vantaggio di sicurezza già fine terzo quarto (42-53). Nell'ultima frazione ci sarebbe stata ancora la possibilità, per i papalini,     di tentare il riaggancio ma ha prevalso il caldo e la stanchezza da entrambe le parti, grande la confusione soprattutto in attacco (solo 6-10 il parziale degli ultimi dieci minuti). Anche gli arbitri non hanno lesinato errori ma, come per i ragazzi in campo, anche per loro vale, a sicura giustificazione, la giovane età. Avranno tempo e modo per rifarsi. Una vittoria comunque meritata per i nostri avversari. Queste le parole di coach Di Giacomo a fine match "sapevamo che l'Uisp XVIII è compagine di livello ed è dunque una sconfitta che ci può stare ma c'è da rammaricarsi per quel primo quarto giocato molto male che ha condizionato il resto della partita, nel corso della quale i miei comunque non hanno demeritato, giocando alla pari con gli avversari". 
Ora per terminare il campionato mancano due partite, contro Lido di Roma e Virtus Roma, il cui risultato appare quasi scontato ma, si sa, nello sport nulla è deciso a priori e perciò sotto ragazzi, proviamoci fino in fondo. Daje Petriana !